095-2338627
ssc@unict.it

Via Valdisavoia, 9 – 95123 Catania CT

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha stabilito che la trasmissione delle infezioni da coronavirus – incluso il SARS-CoV-2 – avviene attraverso droplets che, per le loro dimensioni (diametro ≥ 5 μm), viaggiano nell’aria per brevi distanze raggiungendo soggetti suscettibili e/o si depositano su oggetti e superfici che diventano a loro volta fonte di diffusione del virus. 

Il monitoraggio della qualità dell’aria indoor e la sanificazione diventano strategie necessarie per migliorare la sicurezza di ambienti pubblici. 

In questo scenario, la Aersafe SRL ha sviluppato e brevettato un dispositivo che vuole introdurre un’innovazione nel campo della sanificazione dell’aria, attraverso l’utilizzo di un elettrofiltro in rame dotato di un sistema di autolavaggio con acqua sterile e distillata.  

Lo studio che verrà presentato mercoledì 22, ore 15,00, nell’Aula Magna di Villa San Saverio, si propone di valutare l’innovazione apportata dal prodotto “Aerok 1.0”, misurando l’efficacia del dispositivo di filtrazione nel ridurre la contaminazione biologica in ambienti confinati di vita e di lavoro in attività, come i locali dell’Università degli Studi di Catania, tra cui la SSC. 

Saluti:

Prof. Daniele Malfitana, Presidente SSC

Promotore/Coordinatore:

Prof.ssa Antonella Agodi, Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Tecnologie avanzate – “G.F. Ingrassia”, Università degli Studi di Catania; AOU Policlinico “G. Rodolico – San Marco”, Catania.

Sperimentatore Principale:

Prof.ssa Antonella Agodi, Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Tecnologie avanzate – “G.F. Ingrassia”, Università degli Studi di Catania; AOU Policlinico “G. Rodolico – San Marco”, Catania.

Co-sperimentatori:

Prof.ssa Martina Barchitta, Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Tecnologie avanzate – “G.F. Ingrassia”, Università degli Studi di Catania.

Prof.ssa Natalia Trapani, Dipartimento di Ingegneria elettrica, elettronica e Informatica, Università degli Studi di Catania


Leggi di più sullo studio a questo link
Scarica la locandina dell’iniziativa qui